Madoqua

Madoqua. Madoqua o dik-dik. Quattro specie. Madoqua guentheri, Madoqua kirkii, Madoqua piacentinii (dik-dik argentato), Madoqua saltiana. Animali piccoli – cinque chili al massimo – , piccole antilopi africane. Gli occhi laterali, spaventati di erbivori non sono riscattati dalla grazia dell’impala: sembra che a muoverli sia soltanto la paura. Dik dik, il verso che emettono quando sono impietriti dal terrore, dà loro anche il nome. Predati dall’alto, dal basso, pasto di aquile, leoni, sciacalli, caracal, varani, pitoni. Un’esistenza sulla difensiva. Si nutrono solo dopo il tramonto, o prima dell’alba. Monogami. Sui testi di etologia, si legge “per necessità”: il partner è l’alleato numero uno nella quotidiana lotta per la sopravvivenza. Un’esistenza sulla difensiva, in due. Morto il compagno, si lasciano morire di stenti.

Annunci

9 risposte a “Madoqua

  1. Che occhioni!
    La natura è crudele.

    • Non che a noi vada molto meglio dei Madoqua. Temo che uno di questi giorni potrei svegliarmi transumanista.

      • Eh, ma infatti nella natura ci includevo anche noi. 🙂
        Transumanisti lo siamo già tutti, anche se non ce ne rendiamo conto. Basta darsi un’occhiata intorno e notare come ormai quasi tutti giriamo con gli auricolari perennemente infilati nelle orecchie, come una protesi artificiale, un prolungamento dei nostri sensi; sempre connessi, notavo come tutte le persone che usano gli smartphone compiano gli stessi gesti con le dita, gli stessi movimenti, gli stessi automatismi e di esempi così potrei fartene a decine. Dici che questo, la tecnologia, non sta già modificando la nostra biologia? Ballard e Cronenberg l’hanno detto già negli anni novanta, (Ballard anche prima).

  2. Ho appena visto un documentario su Nikola Tesla. A un certo punto dice: “Ma la genialità ha il suo prezzo. Tesla soffre di strane compulsioni, come per esempio salvare piccioni feriti e prendersene cura fino a guarirli”.
    La malattia mentale del soccorso agli animali.
    Rendiamoci conto.

  3. Ah ah, una vita a salvare insetti (e ragni)!
    Una delle poche cose che mi renderanno contento sul letto di morte.

  4. anch’io!!! sarà un paradiso affollato! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...